Benvenuti a Canneta

La nostra storia a Canneta è cominciata nel 1979, non lontano dalle famose torri della città medioevale di S. Gimignano.
Un piccolo podere nella valle riparata con l' acero secolare a guardia della casa, i campi con le viti maritate, il torrente nel fondovalle, la cucina annerita dagli innumerevoli fuochi di camino. Come non innamorarsi? E così fu per noi: Valeria che  veniva da Milano e da un lavoro nell'editoria, Stefano da Trieste e peripezie varie.
Stufi della città, un po' hippies, con idee vaghe sull’ agricoltura, tra pazienza e sbagli abbiamo imparato a tenere la vigna, a fare il vino, a disegnare le etichette e vedercela col mercato.
Restando comunque ispirati dal principio di una vita giusta, di rispetto per la terra, la natura e le persone che la lavorano. E’ stato quindi naturale scegliere l'agricoltura biologica, di cui fummo tra i pionieri in Toscana molto prima che diventasse legge della CE.

Valeria e Stefano

L'Azienda Agricola

13 ettari di media collina con ottima esposizione a Sud Est di cui 6 a vigneto così composti:
4 ettari di Vernaccia di S. Gimignano Docg, 1 ettaro di S. Gimignano Rosso Doc (Sangiovese e Merlot), 1 ettaro ripartito tra Sauvignon, Riesling, Aleatico ed altri vitigni ancora.
I terreni sono prevalentemente sabbie plioceniche, il cosiddetto “tufino”, molto ricche di fossili. La densità è intorno a 4000 ceppi/ha, la potatura è il tradizionale “Guyot” ed il cordone speronato per il Sangiovese, la resa varia intorno ai 50 hl/ha. L'inerbimento dei vigneti praticato a filari alterni limita lo sviluppo vegetativo e crea un ambiente ecologicamente più sano, i trattamenti sono effettuati con prodotti rameici e zolfo in dosaggi ridotti il più possibile.
Nella ricerca di una qualità costante pratichiamo quando necessario il diradamento dei grappoli e per migliorarne l'arieggiamento la sfogliatura pre-vendemmia. La raccolta è fatta manualmente con accurata cernita delle uve. In cantina attualmente ci aiuta con la sua preziosa consulenza l'enologo Guido Beltrami.